L’attesa

Non era la prima volta che salivo sulla macchina di Giulio per andare in giro. Di solito lo faceva per portarmi a correre in spiaggia quando il tempo era buono, ma a guardare il cielo mi pareva che fosse alquanto nuvoloso per organizzare una gita fuori porta e, se fosse andata avanti così, di certo avrebbe piovuto e poi la strada non era la solita.

Di certo avrà cambiato percorso, ne avrà trovato uno migliore e, tranquillo, mi accucciai sul sedile posteriore in attesa di giungere alla meta. D’un tratto l’auto si arrestò, drizzai le orecchie e guardai fuori, ma il mare non c’era e tutt’intorno si estendeva una vasta campagna con qualche sfocata collina all’orizzonte.

Giulio scese dall’auto, aprì la portiera e mi tirò per il collare, m’allacciò il guinzaglio e lentamente mi trascinò sotto un grosso albero.

Mi legò al tronco e tornò indietro, poi accese il motore e andò via. Vendendolo allontanarsi abbaiai, guaii pensando che mi avesse dimenticato, oppure mi aveva lascito lì di proposito, ma certamente era per una buona ragione. Giulio aveva sempre delle buone ragioni; così mi distesi all’ombra della pianta nell’attesa che ritornasse a prendermi.   

#mariovolpescrittore

#huko #chinaprosit #lannodeldragone #kasamaan #versolibero #ibattitidelmiocuore #ifioridellanima #rogiosieditore #digogeneedizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...