Importare dalla Cina – Il primo passo, la ricerca di un fornitore affidabile.

Il primo passo da compiere, per chiunque volesse iniziare un’importazione dalla Cina (come da altri paesi), è la ricerca di un fornitore affidabile. Dato per scontato che già si è identificato il prodotto o la serie di prodotti che s’intende acquistare e di aver fatto adeguate ricerche di mercato per determinare la forbice di prezzi accettabili, è possibile iniziare a scandagliare le varie opportunità offerte da organizzazioni private, camere di commercio e siti internet per l’identificazione di un buon contatto.

Decori per il Natale made in China

Per le importazioni dalla Cina è bene ricordare che esistono due macro possibilità di fornitura: una offerta direttamente dalle fabbriche produttrici e l’altra da agenzie di trading specializzate nell’importazione. Nel primo caso, ossia quello del fabbricante, il vantaggio principale è quello di poter beneficiare di prezzi più convenienti e di avere un certo controllo sulla personalizzazione dei prodotti, ma di contro i fabbricanti diretti accettano ordinativi di una certa consistenza. Infatti, se la quantità da importare non raggiunge i minimi richiesti è possibile rivolgersi alle trading presenti sul territorio, che offrono un servizio più adeguato alle piccole importazioni. In casi del genere è importante avere la consapevolezza di richiedere il servizio di un professionista, il cui costo è solitamente incluso nell’offerta del prezzo del prodotto. Talvolta la scelta di affidarsi ad un intermediario è l’unica alternativa possibile, in quanto non tutti i produttori cinesi sono muniti di licenza di esportazione e di conseguenza non sono autorizzati a preparare i documenti necessari per le vendite estere, per non parlare che molti fabbricanti non sono organizzati con personale adeguato a mantenere i contatti con i clienti stranieri.

Indipendentemente dalla tipologia di fornitore, è necessario trovare un soggetto affidabile che, non solo sia in grado di offrire un buon rapporto qualità prezzo, ma che abbia tutte le carte in regola per garantire un servizio post vendita, assistenza in caso di ricambi e la continuità di lavoro. Se in passato l’unica alternativa possibile era quella di sobbarcarsi il viaggio fino in Cina o affidarsi alle banche dati della camere di commercio, oggi è possibile affidarsi a piattaforme internet specializzate in tal senso. Si tratta di vetrine virtuali dove i produttori o le trading pubblicano i propri prodotti e le proprie offerte, rispettando un albero di categorie previsto dal gestore della piattaforma. Alcune di esse maggiormente evolute assegnano dei punteggi di affidabilità grazie ai quali l’eventuale compratore può farsi un’idea di massima sulle capacità dell’offerente.

 Le piattaforme più comuni e facilmente consultabili, senza nessun aggravio di costi, sono Alibaba.com,  Made-In-China.com, o quella della promossa dalla Fiera di Guangzhou, ma ne esistono molte altre, alcune delle quali altamente specializzate per specifici prodotti e raggiungibili tramite una semplice interrogazione nei motori di ricerca.

Prodotti ad alta tecnologia

Seppur tali piattaforme risultano velocizzare tantissimo la ricerca di un prodotto è sempre bene ricordare che non entrano in merito alla trattativa commerciale, lasciando eventuali rischi a carico del compratore e per tale ragione è necessario essere molto prudenti prima di lasciarsi andare a facili entusiasmi, pensando di aver trovato, in un solo colpo, l’Eldorado tanto agognato. Le incomprensioni, infatti, sono sempre dietro l’angolo ed infieriscono impietosamente sulla mancanza di esperienza di chi s’approccia per la prima volta a tale genere d’attività.

Un consiglio importante, da tenere sempre a mente, è che offerte troppo basse, rispetto al mercato, possono nascondere insidie ed è sempre buona norma richiedere, ove possibile, un campione del prodotto, pur dovendo pagare le spese di spedizione. Talvolta, poche centinaia di euro, investiti per una campionatura, sono lo scudo migliore contro le sgradite sorprese. Altro aspetto da non sottovalutare è la gestione del pagamento, scegliendo una forma che possa garantire anche il compratore; evitando di mandare danaro tout court al fornitore.

 E’ importante inoltre ricordarsi che l’uso di queste piattaforme non è sempre adeguato per grossi investimenti, pertanto se l’oggetto dell’importazione è una partita di merce di alto valore o le quantità da trattare sono elevate, è sempre consigliabile iniziare la ricerca visitando le numerose fiere campionarie organizzate in Asia e in Europa dove la possibilità d’incontrare faccia a faccia un potenziale fornitore può meglio garantire l’acquirente.

#mariovolpescrittore

#huiko

#l’anno del dragone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...